Scenario del progetto

La mobilità per l'apprendimento, ovvero la mobilità transnazionale al fine di acquisire nuove competenze, è uno dei mezzi fondamentali attraverso cui gli individui, in particolare i giovani, possono rafforzare la loro capacità di occupazione, nonché il loro sviluppo personale (Commissione Europea 2009). Numerose aziende hanno espresso interesse ad avere linee guida o strumenti, che possano informarle sulle opportunità e sulle modalità di attuazione pratica delle mobilità, fornendo anche le necessarie soft skills. I tirocini all'estero dipendono molto dalla misura in cui il tirocinante entra in contatto con lo stile di vita, la mentalità e le abitudini del paese ospitante. In questo processo, che è al tempo stesso personale e interculturale per i tirocinanti, il ruolo delle organizzazioni ospitanti è centrale. Le PMI rappresentano per un tirocinante il "manuale pratico" per un’efficace training on the job e anche dell'identità e del sistema paese (dal punto di vista economico, sociale e culturale). Preparazione inadeguata, aspettative irrealistiche o non soddisfatte e problematiche di integrazione possono avere effetti negativi sul risultato formativo atteso.

Gli studenti spesso rientrano con radicati stereotipi negativi sulle persone incontrate e sulla cultura del paese ospitante (Allen, Dristas, e Mills, 2007; Bateman, 2002; Stroebe, Lenkert, e Jonas, 1988), con ‘un senso rafforzato di identità nazionale' (Block, 2007) e con una dose maggiore di etnocentrismo (Isabelli-Garcia, 2006; Jackson, 2008). Una caratteristica comune è l'attenzione per le competenze da acquisire da parte dei discenti (studenti, giovani, tirocinanti, apprendisti, ecc.) e sulla loro effettiva preparazione acquisita. Il ruolo e la preparazione delle aziende ospitanti, spesso piccole e medie imprese, è notevolmente trascurato. Alcune organizzazioni intermediarie forniscono servizi di formazione o di orientamento, a volte però parziali, incompleti o non aggiornati. Così, attraverso lo studio preliminare svolto in tutti i paesPartner del progetto e grazie all'esperienza pratica delle istituzioni coinvolte, sono state identificate le competenze interculturali necessarie per le PMI europee che ospitano le mobilità. Obiettivo principale del progetto InterMobil è quindi quello di creare un ambiente più favorevole per i programmi di mobilità nel campo dell'istruzione e della formazione professionale e di favorire la realizzazione di tirocini più efficaci nel mercato del lavoro.

Condividi sui Social